Dal 14 al 27 di maggio, in 100 negozi ed enoteche milanesi, associate ad Assofood (Associazione Esercenti il Commercio Alimentare Tradizionale al Dettaglio, che aderisce all’Unione del Commercio e del Turismo di Milano), avrà luogo la manifestazione "La Cultura della Qualità Alimentare". 


"E’ una manifestazione che potremmo definire di "orgoglio professionale". Abbiamo deciso di promuovere questa iniziativa perchè troppo spesso il consumatore non conosce l’offerta dei negozi alimentari di Milano", ha spiegato Iliano Maldini, presidente Assofood, "in continuità con le edizioni precedenti del Gran Tour, il tema centrale dell’iniziativa sarà la qualità e l’attenzione che gli associati a questa dedicano".

Assofood proporrà ai consumatori milanesi due settimane di degustazioni gratuite di prodotti italiani di qualità:104 alimentari, enoteche, latterie, salumerie e gastronomie, offriranno ai clienti 44 specialità regionali, dal vino ai salumi, dall’olio al formaggi.

I negozi e le enoteche impegnate nella promozione saranno attivamente impegnate in un vero e proprio percorso informativo-formativo, un "tour ideale" che ha al centro la cura del consumatore e la soddisfazione dei suoi bisogni, attraverso la proposta, la scoperta e conoscenza dei prodotti italiani, legati al territorio.

Ogni esercizio coinvolto nella manifestazione avrà un angolo dedicato alla promozione della «cultura della qualità alimentare» e, tra un calice di vino e un boccone sfizioso, si potranno avere informazioni sulla rintracciabilità dei prodotti e suggerimenti su nuove ricette.

"Abbiamo deciso di promuovere questa iniziativa – ha aggiunto il presidente milanese di Assofood – perchè troppo spesso il consumatore non conosce l’offerta dei negozi alimentari di Milano". Da uno studio condotto dall’Unione del Commercio, l’associata Assofood ha scoperto infatti che i più sensibili all’enogastronomia di qualità sono curiosamente gli uomini single sopra i quarant’anni: per questo la campagna vuole allargare la cultura del gusto anche ad altre fasce di popolazione.

"Oggi la vera partita dell’alimentare si gioca sulla qualità – ha affermato Riccardo Galosci, presidente dell’Istituto europeo per il mercato e il consumatore – e non a caso Milano si candida all’Expo 2015 scegliendo l’alimentazione come tema centrale". La rassegna di degustazioni si chiuderà con il Gran Tour della qualità alimentare che si terrà a Milano dal 24 al 27 maggio.

Per Oddone Sangiorgi, presidente del Consorzio FIA e organizzatore del Gran Tour della Qualità Alimentare 2007, "molto spesso, per varie ragioni commerciali, logistiche, informatiche, dimensionali, la distribuzione, che ha tutto standardizzato, non inserisce nei propri punti di vendita prodotti di nicchia, che non sono in grado di soddisfare quei requisiti di carattere puramente gestionale, per essere presenti sui banchi o sugli scaffali della distribuzione, in particolare della GDO (Grande Distribuzione Organizzata). In questo modo, molti prodotti tipici, locali, tradizionali, di qualità indiscussa, se non eccellente, non arrivano al consumatore, che perde il piacere di gustare e apprezzare la qualità e caratteristiche non conosciute, di prodotti non pienamente valorizzati", ha concluso Sangiorgi.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)