Oltre 100 pagine, 60 schede, proposte operative e itinerari didattici dedicati agli insegnanti, suggerimenti alle famiglie e ai ragazzi da mettere in pratica nel quotidiano, giochi e schede di autoapprendimento che coinvolgono direttamente gli studenti. È l’identikit delle Linee guida per la scuola su alimentazione e movimento, elaborate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricarca (MIUR) e da Federalimentare nell’ambito del progetto "Alimentazione, movimento, stili di vita: istruzioni per l’uso", avviato lo scorso novembre e in cui sono coinvolti anche la Federazione Medico Sportiva Italiana del CONI, la Federazione Italiana Medici Pediatri e l’Unione Nazionale Consumatori.

Il materiale realizzato, che raccoglie i più recenti contributi scientifici in materia, evidenzia la stretta relazione che intercorre tra alimentazione, movimento e salute e offre spunti di riflessione a quanti, docenti, studenti, famiglie e altri soggetti della società civile, si mostrino interessati ad operare, nel privato e nel pubblico, per promuovere un modello di vita improntato al benessere globale della persona.

Le linee guida sono presentate come strumento aperto suscettibile di modifiche sulla base delle osservazioni e degli apporti dei lettori; a tal fine è on line lo spazio Essere & Benesssere appositamente predisposto sul sito Internet del MIUR per accogliere e diffondere informazioni e conoscenze relativamente alle azioni che il protocollo d’intesa tra MIUR e Federalimentare ha posto in essere o intende avviare negli anni di collaborazione.

Trenta minuti in più di movimento da praticare all’interno o all’esterno della scuola, è questo il primo obiettivo delle Linee guida. Educare gli studenti al movimento, coinvolgendoli per almeno 30 minuti al giorno in attività pratiche quotidiane attraverso giochi e semplici esercizi che non richiedono attrezzature particolari.

Le Linee guida nascono come una guida pratica a sostegno dell’attività didattica degli insegnanti e dell’azione didattica degli insegnanti e dell’azione delle famiglie, capace di fornire loro uno strumento di lavoro sul tema dei corretti stili di vita che non sia solo informativo, ma sia anche e soprattutto operativo.

Nelle tre aree in cui sono suddivise ("Educazione alla salute", "Alimentazione e salute", "Stili di vita: proposte operative") vengono illustrate non solo le linee generali di una corretta alimentazione (elaborate sulla base delle linee guida pubblicate dall’INRAN-Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), ma vengono anche fornite indicazioni pratiche per far muovere i ragazzi al di fuori delle ore dedicate all’educazione fisica.

Il percorso pratico attraverso le schede parte da suggerimenti sull’alimentazione (p.es. "I piaceri della tavola tradotti in sudore") e sul movimento quotidiano (p.es. "Camminare perché" e "Camminare come"), per arrivare a proposte operative da mettere in pratica nel corso dell’attività didattica a loro volta suddivise in tre percorsi ("Conoscere il proprio corpo per ben-essere", "Dal video-game alla palla prigioniera", "Muoversi con gusto")


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)