La manifestazione "Slow fish", svoltasi questo week-end a Genova, si è conclusa all’insegna del rilancio della qualità e dell’acquisto consapevole da parte del consumatore. I temi trattati hanno infatti evidenziato la necessità di responsabilizzare anche il singolo, oltre che le istituzioni e gli operatori del settore, nella scelta del prodotto ittico.

Tra i vari dibattiti si è distinto quello su "Il mare: una risorsa, tante responsabilità. Pratiche e politiche per un pesce buono pulito e giusto": si è parlato di educazione all’etica alimentare; di protezione delle specie marine; di investimenti nella ricerca marina (diffusa nel nostro Paese da soli vent’anni). Si è trattato anche il problema del commercio Equo e Solidale: Cassandra de Young, fishery analyst della divisione Fishery Policy and Planning della Fao, Kirsti Henriksen, ha infatti sottolineato come lo sviluppo della piccola pesca possa salvare dalla povertà molte comunità del mondo. I dati statistici complessivi sulla pesca- si legge nella nota- parlano di 39 milioni di pescatori: considerando l’indotto, si arriva a 250 milioni di persone. Di questi, circa la metà vivono di piccola pesca, un settore molto spesso ignorato dai governi in favore della pesca industriale.

Il Presidente di Lega Pesca Ettore Ianì, ricordando quanto l’economia ittica incida sul Pil e sulla ricchezza nazionale, ha per denunciato però la scarsa attenzione da parte delle Autorità sui problemi dell’inquinamento delle acque e sulle pratiche di pesca abusiva commesse da alcuni operatori senza scrupoli, a danno dei pescatori onesti e dei consumatori finali. Ianì ha anche affrontato il tema della tracciabilità più rigorosa del pesce, per consentire un acquisto più consapevole. D’altronde anche altri relatori, nel corso della manifestazione, hanno insitito sul discorso della tracciabilità, ritenendo la legislazione attuale insufficiente e chiedendo di migliorare le informazioni presenti sull’etichetta dei prodotti ittici.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)