Gli Stati membri hanno firmato oggi un progetto di proposta della Commissione europea per elevare il limite d’età a partire dal quale deve essere rimossa la colonna vertebrale dalla carne bovina. A seguito di tale voto potrà riprendere la produzione nell’UE della carne non disossata, come l’italiana bistecca alla Fiorentina o la "T-bone steak". La decisione sarà comunque sottoposta al diritto di controllo del Parlamento europeo e all’adozione definitiva della Commissione europea entro i prossimi due mesi.

In particolare, il progetto di decisione si basa sul parere scientifico dall’ Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e alza da 12 a 24 mesi l’età a partire dalla quale va tolta la colonna vertebrale dai bovini macellati.

"Questo primo passo per alleggerire i provvedimenti BSE dell’UE – ha commentato Markos Kyprianou, Commissario per la salute e la protezione dei consumatori – è un segnale positivo che indica quali risultati siano stati ottenuti nella lotta contro la malattia e non è stato fatto a cuor leggero. La Commissione ha mobilitato le più aggiornate conoscenze scientifiche, esaminato dati statistici e intavolato un intenso dibattito con Stati membri e Parlamento europeo. Siamo fiduciosi che la proposta non intaccherà l’alto livello di tutela dei consumatori instaurato con le nostre norme sulla BSE durante il passato decennio".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)