Nel 2005 meno dello 0,3 percento dei 47 milioni di ettolitri di vino made in Italy sarà rappresentato dal novello che potrà essere offerto in negozi, ristoranti, enoteche, winebar e vinerie a partire dalla mezzanotte di sabato 5 novembre per essere consumato, al meglio delle sue qualità, entro i sei mesi successivi. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che la produzione italiana raggiungerà il mercato quest’anno con undici giorni di anticipo rispetto al Beaujolais Nouveau francese, che si potrà assaggiare solo a partire dal terzo giovedì di novembre (il 17).

Il "vino da bere giovane" – precisano i coltivatori – è nato negli anni ’50 in Francia nella regione Beaujolais ma in tempi più recenti è diventato anche in Italia un fenomeno di mercato e di costume che esercita una forte attrattiva soprattutto sul pubblico dei più giovani e meno esperti per la sua leggerezza, la bassa gradazione (11 gradi), il bouquet aromatico, la trasparenza del colore rosso rubino, l’abbinamento con i prodotti autunnali. Il metodo di vinificazione utilizzato è stato messo a punto dal ricercatore francese Flanzy ed è – prosegue Coldiretti – profondamente diverso da quello tradizionale: le uve del novello, infatti, non vengono pigiate e successivamente fermentate come nel caso dei vini tradizionali, ma viene invece effettuata la fermentazione direttamente con gli acini interi in modo che solo una piccola parte degli zuccheri presenti si trasformi in alcool, conferendo al vino il caratteristico gusto amabile e fruttato.

E se per i francesi – riferisce l’associazione di categoria – è un "must" l’abbinamento con le escargot (lumache) in Italia il novello è consigliato, oltre che con le carni, anche al fianco del pesce, dalla frittura alle grigliate, soprattutto con le zuppe un po’ piccanti, i pesci arrosto e al cartoccio, stufati e gratinati, baccalà in umido e fritto e anche con l’anguilla. Se si pensa di servire anche altri vini – conclude la Coldiretti – che siano un rosso o un bianco di struttura da abbinare al secondo, è consigliabile lasciare al Novello il ruolo di "apripista".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)