Un Codice Deontologico e numerosi Codici di Buone Pratiche per garantire ai consumatori la sicurezza degli alimenti zootecnici prodotti in Italia. Sono queste le regole che le aziende che fanno capo ad Assalzoo (Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici) hanno adottato per testimoniare l’alta qualità e la certificazione della filiera della carne suina. L’associazione comunica inoltre la propria partecipazione a Suinitalia, il meeting della suinicoltura, in programma a Cremona dal 28 al 29 aprile.

"Abbiamo stilato questi Codici – ha affermato Silvio Ferrari, presidente Assalzoo – per fornire al consumatore la massima trasparenza sul nostro lavoro e la garanzia che gli alimenti zootecnici prodotti dalle nostre aziende sono di livello eccellente. I nostri Codici vincolano i produttori italiani a fornire adeguate garanzie durante i processi produttivi, anche dal punto di vista del rispetto dell’ambiente e del benessere animale. I Codici vengono gestiti operativamente da Assalzoo con un apposito gruppo di lavoro interno che lavora con il supporto del Comitato Iniziative Scientifiche (CISA)".

"Stiamo inoltre impegnandoci – continua Ferrari – affinché il codice Assalzoo sia agganciato al codice europeo. Infatti, la FEFAC (Federazione Europea Fabbricanti di Alimenti Composti) sta lavorando già da diverso tempo ad un progetto denominato Benchmark Standard con l’obiettivo di pervenire ad un unico insieme di norme europee standard di buone pratiche cui far riferimento, dopo aver esaminato e comparato i diversi codici nazionali."

Per maggiori informazioni vai al sito di Assalzoo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)