La Val di Susa si fermera’ il 16 novembre prossimo per uno sciopero generale contro l’inizio dei lavori per la costruzione dellalinea ferroviaria ad alta velocità (TAV). Lo ha deciso ieri sera l’assemblea dei sindaci e dei comitati no-tav, riunitasi a Bussoleno, approvando la proposta dei delegati sindacali di numerose aziende, che hanno gia’ raccolto duemila firme e che altre ne stanno raccogliendo in queste ore.

"Sara’ uno sciopero generale – dicono – che coinvolgera’ tutte le categorie, il pubblico ed il privato, oltre alla scuola ed al commercio". L’orientamento dei Comitati No tav e’ di sospendere in questi giorni le iniziative, che sono state attuate lunedi’ e martedi’ scorso con i blocchi alla strada e alle ferrovia, "ma – dicono – siamo pronti a riprenderle non appena dovessimo vedere arrivare le trivelle in Valle".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)