"Un giovedì nero per gli animali selvatici in diverse regioni italiane "grazie" a preaperture della stagione venatoria 2005/2006 concesse da Regioni senza scienza né coscienza". Questo il commento di Antonino Morabito, responsabile nazionale Conservazione e Gestione Fauna di Legambiente, sull’avvio della nuova stagione venatoria in Italia.

I nemici degli animali non hanno una stessa casa, come tristemente dimostrato da Francesco Onnis (deputato di Alleanza Nazionale) e Gian Mario Spacca (presidente della Regione Marche – Margherita). Infatti, il primo insiste nel voler distruggere la legge 157/92, unica legge italiana per la conservazione della fauna selvatica omeoterma, ricominciando il pressing dal prossimo 13 settembre con la discussione in aula alla Camera dei Deputati di una assurda proposta di stravolgimento, l’altro concedendo con il calendario venatorio 2005/2006 molto spazio ad aspiranti bracconieri e distruttori di fauna e ponendo sulla via dell’estinzione i cacciatori onesti marchigiani.

Nota positiva la gestione della caccia in Abruzzo, Lazio e Sardegna, dove si è evidenziato un cambio netto di governo nelle scelte delle tre Amministrazioni in termini di contenuti e di proposte. Positiva anche la proposta finale di calendario venatorio della Regione Puglia che lascia le demagogiche proposte della giunta precedente e avvia un percorso nuovo.
"La nostra richiesta – conclude il responsabile Legambiente – è che le Regioni avviino da subito un serio lavoro di programmazione e gestione coordinata delle specie oggetto di caccia, fondata su solide conoscenze scientifiche e che chiedano al Parlamento lo stop della indecente proposta di legge che vorrebbe stravolgere l’attuale legge sulla conservazione della fauna e la gestione della caccia".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)