Migliorare il coordinamento a livello europeo per fronteggiare le catastrofi naturali e individuare le zone a rischio. E’ quanto chiedono tre relazioni adottate dal Parlamento Europeo per prevenire e reagire a incendi e alluvioni che devastano l’Europa. Vanno anche intensificate e migliorate le azioni a tutela delle foreste e occorre garantire un uso efficiente dell’acqua.

I deputati chiedono poi un sistema di assicurazione per le crisi di mercato nel settore agricolo. Le relazioni adottate dal Parlamento chiedono, infatti, un miglior coordinamento dei diversi strumenti finanziari e operativi comunitari volti a prevenire, gestire e reagire alle catastrofi naturali. Inoltre, sollecitano la realizzazione di mappe delle zone a rischio d’incendio, di alluvioni e di siccità accompagnate da piani di gestione.

Particolare attenzione è rivolta alle foreste, per le quali i deputati chiedono un programma d’azione comunitario di protezione contro gli incendi e una direttiva sulla prevenzione e sulla gestione degli incendi. Ma è sollecitato il rafforzamento del finanziamento delle misure, in ambito comunitario e nazionale, volte a promuovere uno sfruttamento sostenibile delle sue risorse e il rimboschimento. I deputati rilevano anche la necessità di adottare misure volte a garantire un uso più sostenibile, razionale ed efficiente dell’acqua. E, in proposito, è sostenuta l’applicazione dei principi "chi utilizza paga" e "chi inquina paga". E’ poi raccomandata l’istituzione di un Osservatorio europeo sulla siccità, la desertificazione e le alluvioni.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)