La Commissione Europea avvierà 17 procedimenti di infrazione nei confronti dell’Italia per violazioni del diritto ambientale comunitario in vari settori tra cui: gestione dei rifiuti, protezione della natura, valutazione d’impatto ambientale, qualità dell’aria, rumore e accesso alle informazioni ambientali. Le azioni rientrano nelle decisioni relative alle infrazioni in materia ambientale nei confronti di vari Stati membri, di cui la Commissione sta dando comunicazione in questi giorni. Altri tre casi di infrazione annunciati precedentemente invece sono stati archiviati dopo l’adozione dei provvedimenti necessari da parte dello Stato Italiano.

"Noto con soddisfazione che siamo riusciti ad archiviare tre casi che coinvolgevano l’Italia. – ha dichiarato il Commissario all’Ambiente, Stavros Dimas – Trovo tuttavia preoccupante che, nonostante i ripetuti richiami, l’Italia non si sia ancora interamente conformata alla legislazione ambientale dell’UE in settori di cruciale importanza che incidono direttamente sulla salute, il benessere e i diritti dei cittadini. Sollecito pertanto le autorità italiane a rafforzare il loro impegno in generale a favore di una migliore attuazione del diritto comunitario."


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)