Il Consiglio Regionale della Valle d’Aosta ha recentemente emanato un provvedimento legislativo per tutelare le esigenze ambientali e contemporaneamente garantire il servizio pubblico delle Telecomunicazioni. La nuova legge, disciplinante " l’installazione, la localizzazione e l’esercizio di stazioni radioelettriche e di strutture di radiotelecomunicazioni", ha abrogato la precedente normativa in vigore. Quanto disposto- ha dichiarato l’Assessore al Territorio Ambiente e Opere Pubbliche Alberto Cerise – "produrrà, prioritariamente, una razionalizzazione e concentrazione delle stazioni radioelettriche in appositi siti attrezzati".

"Il nostro obiettivo principale – spiega l’Assessore Cerise – è stato quello di tutelare il paesaggio e l’ambiente, senza tuttavia incidere sulla funzione di servizio pubblico che queste stazioni devono garantire. Ritengo opportuno sottolineare – conclude Cerise – come, a riprova dell’impegno dimostrato dall’Amministrazione regionale per la tutela nell’applicazione del principio di cautela e del rispetto e salvaguardia dell’ambiente, sia stato introdotto il concetto di aree sensibili. Zone di particolare densità infrastrutturale o di specifico interesse paesaggistico, storico, culturale, documentario o archeologico, in presenza delle quali sono previste localizzazioni alternative. Tale aspetto, non contemplato dalla normativa nazionale, che pure fissa i limiti di emissione e gli obiettivi di qualità, rafforza ulteriormente l’impegno assunto in tal senso verso i cittadini".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)