Entrano in vigore da domani 20 ottobre, nei capoluoghi di provincia della Regione Emilia Romagna, le nuove misure anti-inquinamento, in attuazione dell’"Accordo per la qualità dell’aria 2005-2006". Il provvedimento sarà in vigore fino al 31 marzo 2006 e coinvolgerà automobili e motocicli in tutti i Comuni capoluogo con più di 50.000 abitanti e quelli aventi una vasta area.

La disposizione più importante coinvolgerà i veicoli più inquinanti, che non potranno circolare dal lunedì al venerdì tra le ore 8:30 e le 19:30. Provvedimenti ancora più drastici saranno adottati nel periodo considerato dagli esperti a maggior rischio smog: dal 7 gennaio il divieto di circolazione riguarderà anche le autovetture diesel e i veicoli commerciali leggeri diesel Euro 1, anche provvisti di bollino blu. La fascia oraria sarà però ridotta (dalle 8,30 alle 18,30, sempre dal lunedì al venerdì).Sempre a partire dal 7 gennaio ogni giovedì il blocco della circolazione potrà essere totale, nel caso in cui si superassero i limiti dei valori inquinanti fissati dall’Arpa regionale (Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente), ossia 50 microgrammi per metro cubo di Pm10. Dal blocco saranno esclusi veicoli elettrici ed ibridi, auto a gas metano e gpl, auto euro 4 a benzina, diesel dotati di filtro "antiparticolato", auto con almeno 3 persone a bordo (car pooling) ed auto condivise (car sharing).

Sono previsti comunque incentivi regionali per la riconversione a gpl e a gas metano per gli autoveicoli privati, insieme ad altre forme di finanziamento in favore della qualità ambientale. Per ulteriori informazioni è possibile consultare un apposito sito o telefonare al numero verde 800-743333.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)