Intervenendo al convegno sul tema "Le vie dei parchi" a Rispescia, l’assessore all’ambiente della Regione Toscana, Marino Artusa ha affermato l’importanza di valorizzare i parchi del territorio, non solo in chiave nazionale ma anche nel contesto europeo. ‘Toscana e aree protette hanno un rapporto privilegiato – ha affermato Artusa. Per la nostra regione quella dei parchi è una realtà importante che contribuisce a valorizzare in modo significativo l’intero territorio regionale grazie alle esperienze realizzate, e grazie a un patrimonio accumulato, fatto di norme, piani, regolamenti e programmi attuati. E’ un ottimo punto di partenza, ma occorre andare oltre, e lavorare in rete in una dimensione più ampia, non solo regionale e nazionale, ma internazionale, con particolare attenzione al contesto mediterraneo".

La Toscana – ha proseguito l’Assessore – "ha già lavorato in una direzione europea impegnandosi a fondo per l’attuazione della direttiva Habitat per la tutela delle specie e degli habitat di interesse comunitario e costituendo la Rete ecologica fatta di 156 siti,per un totale del 12% del territorio regionale. Ma è necessario sviluppare logiche e strategie di più ampio livello. Solo la cooperazione internazionale e la costruzione di reti sovranazionali ci consentiranno infatti di fare fronte comune contro minacce apportate al patrimonio naturale da fenomeni come quelli scatenati dai cambiamenti climatici".

In programma, per i prossimi cinque anni, interventi per definire e individuare i corridoi ecologici, di elaborare i piani di gestione dei siti, oltre all’aggiornamento della legge regionale in materia di ambiente (L.56/2000).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)