Rina Guadagnini, portavoce di "Golletta Verde" ha dichiarato: "Siamo qui per ricordare la necessità di tutelare lo splendido patrimonio rappresentato dalla costiera sorrentina, promuovendone le bellezze e sviluppandone l’economia". "Sviluppo economico – ha continuato – che sia per irrinunciabilmente incentrato sulla valorizzazione e la tutela delle coste, dei mari e dei prodotti tipici e che quindi promuova un tipo di turismo ecosostenibile".

Così, Legambiente si oppone con fermezza ai progetti di realizzazione di aree portuali nella costiera sorrentina, perchè si rischierebbe di legittimare un’indiscriminata cementificazione delle coste, già danneggiate dall’abusivismo.

"Cominciamo da Puolo e da Vico Equense – ha affermato Rina Guadagnini – perchè già lo scorso anno con Goletta Verde sottolineammo il nostro dissenso allo sviluppo portuale previsto in questa zona e perchè qui si può toccare con mano l’incompatibilità esistente tra la tutela del territorio – Marina di Puolo infatti è inserita nell’Amp di Punta Campanella – e lo sviluppo portuale che si pensa di avviare a realizzazione".

"Dagli amministratori locali – ha concluso la portavoce di "Goletta Verde" – e dalla Giunta regionale ci attendiamo una sterzata netta che parta da un fermo no ai progetti distruttivi di questo splendido ecosistema la cui salvezza sta solo in una rigida tutela e rivalutazione del territorio attraverso la promozione ecosostenibile delle sue tipicità".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)