"Per la Sicilia si apre la possibilità di ridisegnare un piano che faccia veramente leva sulla raccolta differenziata e per Augusta la speranza di non aggiungere al suo territorio una ulteriore fonte di possibile inquinamento". Questa il commento di Roberto De Benedictis, deputato regionale per i Democratici di Sinistra subito dopo la firma dell’ordine del giorno che impegna il governo regionale a bloccare il Piano dei rifiuti. Nel pomeriggio di ieri l’importante epilogo della vicenda con il ritiro della mozione del centro-sinistra che ha messo in difficoltà il Commissario.

"È un risultato importante – conclude De Benedictis – frutto del nostro impegno, ma soprattutto del lavoro di associazioni ambientaliste, comitati cittadini e quanti altri non si sono rassegnati ad un piano sbagliato imposto dall’alto". Nei giorni scorsi, in seguito alla infuocata seduta di giovedi 7 luglio, si erano già registrati parecchi distinguo all’interno della stessa maggioranza che sostiene Cuffaro. L’alt è arrivato da AN che con il suo capo gruppo ha chiesto al Commissario di rivedere alcune posizioni, così come ha fatto anche Forza Italia con una richiesta di riflessione su alcuni punti che dovrebbero essere rivisti.

Una questione,quella del Piano regionale dei rifiuti che ha creato forti tensioni tra le popolazioni di alcuni centri interessati, specialmente Augusta dove è prevista la realizzazione di un megainceneritore ritenuto, dal Comune, da ambientalisti e Comitato cittadino, inaccettabile perchè peggiorerebbe la ,già critica, situazione ambientale. Anche i vertici regionali di Legambiente hanno espresso un "cauto ottimismo" così come ha dichiarato Enzo Parisi :"un primo segnale di buon senso – ha detto- per giungere ad una soluzione che accontenti tutti e risolvi i problemi dei rifiuti in Sicilia".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)