Diffondere l’educazione ambientale nelle scuole e tra i cittadini, con filmati mandati in onda dalle tv locali con il contributo della Regione. Piemonte. Lo prevede un progetto di legge presentato dal consigliere regionale di Forza Italia Mariangela Cotto, che ha preso spunto dalla sua partecipazione al terzo World Environmental Educational Congress, in corso a Torino dal 2 al 6 ottobre, forum che riunisce la comunità mondiale di attività e ricerca nel campo dell’educazione ambientale.

"La proposta di legge – spiega Cotto – rivolge particolare attenzione alla sensibilizzazione e alla diffusione della cultura ambientale, in un progetto che sappia coinvolgere soprattutto il mondo della scuola, attraverso un percorso basato sulla comunicazione dell’ambiente".

"E’ emerso chiaramente – continua il consigliere – anche durante i lavori del seminario mondiale che, per una condivisione più consapevole dell’ambiente e delle sue problematiche, è necessario oggi più che mai un cambiamento culturale. Per rispondere alle emergenze del presente e del futuro, in un contesto in cui convivono problematiche sociali, economiche e ambientali, è necessario modificare la nostra stessa immagine della natura, o meglio il nostro rapporto con la natura: termini come cooperazione, valorizzazione, partecipazione e diversità giocano un ruolo fondamentale, ed estesi alla pratica educativa ambientale possono costituire un modello educativo innovativo per costruire un futuro sostenibile".

La comunicazione, secondo l’esponente azzurro, gioca un ruolo fondamentale "perché è in grado, insieme alla formazione, di fornire strumenti concreti per orientare i nostri comportamenti, la nostra sensibilità, la nostra educazione. Attraverso la comunicazione si possono più facilmente collegare altre tematiche strettamente connesse, come l’ecologia, la sociologia, l’economia, in un insieme che consenta di prestare maggior attenzione verso gli ecosistemi ed la biodiversità e permetta, di conseguenza, una migliore qualità della vita alle attuali e future generazioni".

Il progetto di legge stabilisce l’intervento della Regione per la diffusione dell’educazione ambientale attraverso la realizzazione, ad opera di esperti, di opuscoli e documentari che, trattando le diverse materie, tendono alla formazione di una reale cultura dell’ambiente. Il progetto prevede inoltre che le dispense vengano distribuite presso le scuole ed i filmati mandati in onda da emittenti televisive private con il contributo della Regione Piemonte; secondo il progetto di legge la Giunta regionale, con il parere della Commissione consiliare competente, determina tempi, modalità e condizioni per l’accesso ai contributi regionali.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)