"Alessandria, Milano e Sondrio sono le prime città italiane fuorilegge del 2006. Per colpa dello smog. E dell’incapacità delle amministrazioni locali di attuare serie misure anti-inquinamento, a cominciare dalla gestione del traffico". E’ l’accusa di Legambiente all’amministrazione pubblica per la situazione dell’inquinamento dell’aria nelle città italiane.

Le tre città hanno infatti già superato di un giorno il bonus massimo di 35 giorni all’anno di sforamento per le polveri sottili. Piacenza e Cremona hanno registrato 35 giorni di superamento e potrebbero sforare il limite già domani. Seguono Verona, Como e dalla provincia di Lodi (Tavazzano, Montanaso, Codogno) con 34 giorni di superamento. Lucca, Asti, Forlì-Cesena, San Rocco al Porto (Lo) sono a quota 33. "Rispetto al 2005, la situazione è addirittura peggiorata. – commenta Roberto Della Seta, presidente nazionale dell’associazione – E’ la riprova fin troppo evidente che nessuna misura adottata è stata in grado di far uscire comuni, province e regioni dall’emergenza smog".

"La correlazione con la gestione del traffico urbano c’è eccome – continua Della Seta -. L’unico giorno in cui Milano non ha superato il livello di guardia è stato l’indomani del blocco del traffico del 7 gennaio. E’ necessario intervenire al più presto con misure strutturali sulla mobilità nei centri urbani ma, alla luce dei fatti e dei fondi stanziati, il governo non sembra considerare la lotta all’inquinamento dell’aria una priorità. C’è da sperare che i cittadini si facciano sentire e, nelle elezioni politiche come in quelle amministrative, premino i programmi che mirano a disinquinare finalmente le nostre città e a renderle più vivibili".

Clicca qui per scaricare la tabella dei superamenti di PM10.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)