Il parco mezzi Atac-Trambus di Roma si converte al metano. A partire da febbraio ed entro luglio 2006 si immetteranno per le strade della capitale 200 autobus a metano, ovvero 60 tonnellate l’anno di emissioni inquinanti in meno, 30 per cento in meno di anidride carbonica, meno rumore, forte risparmio sul carburante. E’ quanto si legge in una nota del comune di Roma.

In particolare, con i bus a metano – continua la nota – si stima una riduzione, rispetto agli autobus Euro 0, senza dispositivi ecologici, di 20 tonnellate annue di monossido di carbonio (meno 75%), 34 tonnellate di ossido di azoto (-97%), due tonnellate di polveri nocive e particolato (-95%) e 4 di idrocarburi incombusti (-99%). Non solo. Con l’arrivo dei duecento nuovi bus, verranno eliminati quelli Euro 0 a gasolio. Ogni bus – conclude la nota – a metano è costato 247 mila euro e l’investimento totale è di 53 milioni di euro – 49 per i bus, 4 per la nuova rimessa che sarà costruita a Tor Pagnotta -. Dei 53 milioni, 34 li ha stanziati la Regione, 18 il Comune e uno il Ministero dell’Ambiente.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)