Al via gli incentivi per la conversione delle auto romane a Gpl e metano. Il Campidoglio ha infatti aderito all’accordo di programma del progetto Carburanti a basso impatto ambientale del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, ieri avviato. L’accordo prevede un contributo di 350 euro per l’installazione di un impianto a GPL o a metano su un veicolo che risulti di proprietà e che sia residente in uno dei 168 Comuni che hanno aderito al progetto.

Per ottenere il contributo è necessario prenotare la trasformazione in una delle officine che aderiscono (consultare l’elenco su www.ecogas.it). Il contributo viene detratto direttamente dalla fattura dell’officina. I veicoli interessati al provvedimento sono gli "euro 1" e "euro 2", generalmente immatricolati fra il 1993 e il 2000. Per chi, invece, ha acquistato una macchina immatricolata negli ultimi tre anni, il Ministero per le Attività Produttive fornisce un contributo di 650 euro per la conversione a gpl o a metano. Chi, infine, acquista un’auto nuova già dotata di impianto a gas ottiene uno sconto di 1.500 euro. E su tutto il territorio nazionale Ecogas concede ad ogni automobilista un buono di 60 euro per fare rifornimento di gpl.

Per maggiori informazioni, www.ecomobile.it , www.comune.roma.it oppure 800-500501 (numero verde Ecogas).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)