Oltre 58 milioni di chilowattora prodotti da fonti energetiche rinnovabili e in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di 21.000 famiglie sono sbarcati in questi giorni in Sicilia. Enel Spa ha infatti realizzato nuovo impianto eolico situato sul Monte Zimmara di Gangi in provincia di Palermo.

Si tratta di trentadue aerogeneratori che eviteranno l’immissione in atmosfera di oltre 42.000 tonnellate annue di anidride carbonica (CO2). Essi hanno una potenza di 850 chilowatt ciascuno per un totale di 27,2 megawatt (MW) e sono disposti in modo da risultare il più possibile omogenei in altezza. Per la realizzazione del sito è stata utilizzata la sola viabilità già tracciata sul territorio; i terreni circostanti, adibiti a colture tipiche dell’entroterra siciliano, continueranno ad essere utilizzati per le stesse attività. La distribuzione degli aerogeneratori è stata progettata in modo da ottimizzare la produzione, in funzione dei venti prevalenti: un sistema di controllo consente di adeguare la velocità di rotazione delle pale alla velocità del vento e decide l’avviamento e l’arresto delle macchine.

Attualmente nella regione Enel ha in esercizio 28 impianti che usano fonti rinnovabili, 17 idroelettrici, 8 eolici e 3 fotovoltaici, per una potenza complessiva di circa 824 MW (670 MW per l’idroelettrico, 154 MW per l’eolico e fotovoltaico). "Entro il 2009 – ha affermato l’amministratore delegato della società Fulvio Conti – investiremo in questo campo 1,7 miliardi di euro di cui 1,1 in Italia. L’uso dell’energia del vento, dell’acqua, delle biomasse, del sole e del naturale calore della terra per produrre elettricità senza emissioni ha un ruolo fondamentale nel piano di riconversione del nostro parco centrali per renderlo più efficiente e compatibile con l’ambiente. Dal 2010 Enel genererà in questo modo un terzo della sua energia, confermandosi uno dei leader mondiali del settore".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)