"Situazione è preoccupante". Così Roberto Della Seta, presidente nazionale di Legambiente commenta il numero dei superamenti delle polveri sottili rilevati dalle centraline tra il primo e il 18 gennaio 2006 in alcune città italiane. Bologna 13 gironi, Milano 17, Torino 15, Venezia Mestre 15, Firenze 7, Roma 13, Palermo 8: questi infatti i numeri delle giornate di superamento dei limiti di PM10 delle prime due settimane del 2006.

Per Della Seta è "preoccupante non solo per il numero elevato di superamenti e le possibili conseguenze sulla salute dei cittadini, ma anche per la disperante cronicità con cui si ripropone l’allarme. Il quadro, infatti, è pressoché identico a quello dell’anno scorso e di quello prima ancora".

"Di questo passo – prosegue il presidente di Legambiente – già la prima settimana di febbraio diverse città esauriranno il bonus massimo di 35 giorni all’anno di sforamento per le polveri sottili. Le responsabilità sia del governo, sia dei comuni sono fin troppo evidenti Le risorse stanziate dall’esecutivo sono state misere e non è stata messa in campo nessuna seria strategia per contrastare la congestione e l’alto tasso di smog e rumore da traffico. Sono ripartiti i blocchi del traffico e le targhe alterne ma queste misure hanno già dato prova della loro insufficienza".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)