Sulla base delle informazioni fornite dalla totalità delle imprese di assicurazione operanti in Italia, l’ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, ha raccolto i dati statistici relativi ai premi lordi contabilizzati nel 2005 per il lavoro diretto (escludendo cioè i premi relativi all’attività di riassicurazione) dei rami Danni e dei rami Vita.

Nel 2005, la raccolta complessiva dei premi delle imprese di assicurazione è stata pari a quasi 110 miliardi di Euro, con un incremento dell’8,7% rispetto all’anno 2004. Il risultato positivo del 2005 è stato determinato dal sostenuto sviluppo del settore Vita il cui peso, sul totale dei premi complessivi, continua ad aumentare passando dal 65,0% del 2004 al 66,9% del 2005.

La raccolta premi nei rami Vita, infatti, è stata pari nel 2005 a 73,5 miliardi di Euro con un incremento, in termini nominali, del 12,0% rispetto all’anno 2004. Questa crescita sostenuta indica come i risparmiatori italiani abbiano continuato a dare fiducia a forme di investimento connesse a prodotti assicurativi.

La raccolta premi nei rami Danni, invece, è stata nel 2005 pari a 36,3 miliardi di Euro con un incremento, in termini nominali, del 2,5% rispetto all’anno 2004. Questo valore è inferiore a quello raggiunto nel 2004, quando i premi si erano incrementati del 3,8% in termini nominali. Ciò è spiegabile principalmente con lo sviluppo molto contenuto della raccolta premi del settore Auto che nel 2005 è aumentata di appena lo 0,6% (2,5% nel 2004) incidendo sul totale dei premi Danni per il 58,8%.

Per ulteriori informazioni visita il sito dell’Ania.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)