Consumatori sul piede di guerra contro Bpi e contro i costi "gonfiati" dei conti correnti. Adusbef e Federconsumatori annunciano di voler mettere in campo "tutte le iniziative anche legali per recuperare il mal tolto" ai clienti bancari. "Alla luce degli ultimi avvenimenti – affermano le associazioni in una nota – i correntisti italiani hanno appreso di essere stati tosati con l’aggiunta di altre spese per la tenuta dei loro conti, spese fittizie che vanno da 30 a 100 euro per commissioni di urgenza, spese postelegrafoniche e di amministrazione. Alle truffe – concludono – non c’é mai fine".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)