"Per la prima volta, dopo parecchi anni, troviamo nella relazione del Governatore della Banca d’Italia valutazioni condivisibili e analisi obiettive sul rapporto tra banche e risparmiatori". Commenta così il discorso di Draghi all’Assemblea Generale di Bankitalia Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino (MDC).

"Draghi – continua Longo – mette in discussione finalmente balzelli vessatori come le spese di chiusura dei conti correnti, che nella maggior parte dei Paesi europei non vengono applicate, e afferma che la migliore efficienza e concorrenza delle banche italiane non si è tradotta in benefici per i consumatori in termini di prezzi e servizi. È ora che tutte le banche traggano le conseguenze da questi severi richiami e cancellino le spese di chiusura dei conti, riducendo inoltre tutte le altre spese spesso arbitrariamente applicate sui conti correnti, sulla gestione titoli e sugli altri servizi bancari".

"Draghi ha restituito credibilità e dignità alla Banca d’Italia – conclude il Presidente del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) – Chiediamo che apra un dialogo formale con le associazioni dei consumatori, attraverso un tavolo permanente che discuta i più importanti problemi del rapporto banche-utenti e per una corretta applicazione della legge sul risparmio. Chiediamo anche che il Governatore intervenga sull’attuale composizione dell’Ombudsman bancario, sottraendolo al controllo della banche che sono attualmente in maggioranza con una sola presenza dei consumatori e facendone un organo di effettiva garanzia per gli utenti dei servizi bancari".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)