Adiconsum, Confconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Lega Consumatori, Assortenti e Unione Nazionale Consumatori terranno, lunedì 12 settembre, una conferenza stampa per ribadire le ragioni che le hanno spinte a proclamare, per il prossimo 14 settembre, l’iniziativa "Boicottiamo gli aumenti dei prezzi con la spesa intelligente e i 5 minuti di black out per 5 provvedimenti urgenti".

Infatti i Cinque minuti di black-out, dalle 21 alle 21:05 sono correlati ai cinque provvedimenti urgenti che si avanzano al Governo per tutelare il potere d’acquisto delle famiglie.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


  • Sull’energia: all’Enel un provvedimento che estenda alle famiglie la tariffa scontata unica per i consumi notturni e week-end (oggi sono una in alternativa all’altra); al Governo la sospensione dell’aumento previsto per tariffe elettriche, con una riduzione strutturale dei cosiddetti oneri impropri. Questi pesano sulle tariffe per circa il 15%: non vogliamo provvedimenti di solo rinvio della spesa!
  • Sulla benzina: più concorrenza con la diffusione dei distributori presso i supermercati, una riduzione delle accise di almeno 5 centesimi, potenziamento della rete GPL e metano
  • Sulle assicurazioni: l’indennizzo diretto consente una riduzione delle tariffe del 10-15%. Chiediamo al Governo l’apertura di un tavolo per definire criteri applicativi, che consentano, a partire da Gennaio, una riduzione delle tariffe
  • Sui medicinali: riduzione dei prezzi, nella salvaguardia del diritto alla salute. Ciò è possibile incentivando l’uso dei medicinali equivalenti (generici) con maggior vincoli ai medici sulle prescrizioni e con maggiori informazioni ai consumatori. Per i medicinali da medicazione (privi di ricetta), chiediamo più concorrenza per ridurre in modo significativo i prezzi;
  • Sulle banche: visto l’aumento di spese e commissioni degli ultimi 5 anni, pari a circa il 40%, chiediamo al sistema bancario di astenersi da ogni ulteriore aumento nei prossimi 2 anni.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)