La prima sezione del Tar del Lazio ha respinto la richiesta di Codacons, Adoc, Federconsumatori e Adusbef di sospensione del prospetto informativo dell’offerta pubblica di scambio volontario tra vecchi e nuovi bond argentini, autorizzato dalla Consob nel dicembre 2004. Per la prima sezione del Tar del Lazio "l’atto impugnato sembra avere ormai esaurito i propri effetti, giacché l’ offerta pubblica in questione, benché magari non ancora materialmente attuata, si é già conclusa con la scadenza del relativo periodo di adesione, e, d’ altra parte, sulla base di un provvedimento giurisdizionale di natura semplicemente cautelare non sarebbe dato ravvisare la possibilità di accedere, nell’ immediato, ad alternative di maggiore convenienza per i risparmiatori". Il Codacons ha già preannunciato ricorso al Consiglio di Stato contro il provvedimento.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)