Cpp, multinazionale inglese leader in Europa nell’assistenza e protezione delle carte di pagamento nel corso di un convegno "Cards e nuovi sistemi di pagamento" che si è svolto oggi a Roma ha affermato che tra clonazioni e furti sono oltre 4 milioni le carte di pagamento, su un totale di 48 milioni, che nel 2004 sono state usate "in modo improprio". Secondo Cpp, inoltre, è aumentato del 25% il numero delle plastic card bloccate a seguito di smarrimento o furto. Il controvalore delle frodi effettuate con queste carte corrisponde a circa l’un per mille del valore totale delle operazioni effettuate, ossia circa 36 milioni di euro. Il possibile utilizzo fraudolento delle carte di debito e credito non sembra comunque scoraggiare i consumatori: infatti, dal 2000 ad oggi il numero delle carte di credito in circolazione è raddoppiato e solo nel 2004 c’è stata una crescita del 9%, alla fine dello scorso anno le carte di credito e di debito attive in Italia sono risultate essere 48 milioni.

Nel corso del convegno inoltre è emerso che anche il numero delle operazioni di pagamento effettuate tramite Pos, che superano 1 miliardo nel mondo, ha superato quelle effettuate dagli apparecchi Atm, ossia i bancomat. Il sorpasso riguarda però solo il numero delle operazioni e non il valore complessivo delle stesse, in cui il bancomat ancora mantiene il primato.

Fra i temi toccati dal convegno, oltre al quadro giuridico in cui si muovono i sistemi elettronici di pagamento e la maggiore presenza dei sistemi proprietari realizzati da istituti di credito italiani ed esteri, è stata riservata particolare attenzione alla sicurezza nell’utilizzo delle carte. A questo riguardo è stato sottolineato che i maggiori circuiti internazionali hanno consolidato e pubblicato lo standard Europay Mastercard e Viva.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)