Via libera del Consiglio dei Ministri al decreto-legge che sospende per sei mesi le procedure di sfratto. In particolare, il blocco è previsto città più popolose, nei confronti di inquilini che abbiano nel proprio nucleo familiare persone di oltre 65 anni o minori o portatori di gravi disabilità e che non dispongano di altra abitazione ovvero di redditi sufficienti a stipulare nuovi contratti di affitto.

Nel caso in cui i proprietari degli appartamenti occupati siano gravati da problemi analoghi a quelli degli inquilini in procedura di sfratto la sospensione non avrà luogo. Il decreto dispone inoltre che i Comuni possano prevedere per i medesimi proprietari, nonché per quelli che volontariamente decidano di sospendere temporaneamente le procedure di sfratto a carico di inquilini gravati da oneri particolari, forme di esenzione o riduzione dell’ICI e dell’addizionale comunale dell’IRPEF.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)