Nel 2003 le compravendite immobiliari sono pari a 1.020.236, in diminuzione dell’1,7% rispetto all’anno precedente (quando lo scambio era stato di 1.038.026 unità). Sono i risultati principali che emergono dalla rilevazione condotta dall’Istat sull’attività notarile circa le compravendite immobiliari. Secondo l’istituto questo risultato leggermente negativo sulle compravendite immobiliarisegue al forte aumento del 2002 (+15,7% rispetto al 2001), dovuto probabilmente alla legge sul rientro dei capitali dall’estero: tale incremento comprendeva tutte le tipologie di utilizzo, ad eccezione dei fabbricati rurali e delle multiproprietà.

Nel 2003 si registra un leggerissimo aumento per le unità ad uso abitazione (+0,4%) e uno più consistente per le multiproprietà (+20,6%); tutte le altre tipologie subiscono una diminuzione. Le compravendite dei fabbricati nel complesso aumentano nel Mezzogiorno (+1,1%), mentre diminuiscono nel Nord (-2,1%) e nel Centro (-3,9%).

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)