Da pochi giorni è entrato in vigore il decreto legge 23 del 2006 che prevede per alcune, limitate, categorie sociali la sospensione delle esecuzioni di sfratto. L’Unione Inquilini chiarisce: "Per avere diritto alla sospensione si deve inviare una autocertificazione al Giudice delle esecuzioni presso il Tribunale civile di Roma in via Lepanto e consegnarne una copia all’ufficiale giudiziario. Se non si invia la comunicazione in autocertificazione non si ha diritto alla sospensione dello sfratto. Le famiglie che hanno diritto sono quelle al cui interno vi sia un anziano ultrasessantacinquenne o un portatore di handicap, ma con un reddito inferiore a circa 20.000 euro lordi".

L’Ufficio Legale dell’Unione Inquilini per facilitare il compito a famiglie spesso composte persone in difficoltà, ha predisposto un modulo da compilare ed inviare. Il modulo si può richiedere presso la sede centrale dell’Unione Inquilini in via Cavour 101 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 19.30, per ulteriori informazioni tel 06/4745711 – e mail unioneinquilini@virgilio.it. Presso la sede dell’associazione si fornirà il calcolo del reddito per verificare se questi rientra nel limite previsto dal decreto.

"E’ importante che tutte le famiglie che hanno diritto alla sospensione dello sfratto – si legge nella nota – sappiano che è sospesa l’assistenza della forza pubblica ma che l’ufficiale giudiziario può continuare a presentarsi presso l’alloggio. Quindi se fosse previsto l’accesso dell’ufficiale giudiziario nel periodo di sospensione degli sfratti è bene restare, quel giorno, a casa per conoscere la data del successivo accesso da parte dell’ufficiale giudiziario e per evitare di trovarsi la casa sigillata nel caso in cui l’ufficiale giudiziario la trovasse momentaneamente vuota, magari perché si è andati a fare la spesa."


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)