Da un anno riceve quotidianamente oltre 15 richieste via telefono o email, organizza ogni settimana con gli esperti 2 sedute da 5 incontri, risolvendo oltre 350 casi, con tempi di attesa che non superano i 15 giorni e con ritorni positivi da parte del 90% degli utenti assistiti. Sono i dati, i numeri dello sportello di condominio dell’ ente camerale torinese.

Come affermato da Alessandro Barberis, Presidente della Camera di commercio di Torino: "Si tratta di uno dei nostri servizi di maggior successo: una dimostrazione del fatto che non solo c’è bisogno di fornire maggiore chiarezza in questo ambito, tradizionalmente fonte di lunghe e complesse contese, ma anche del fatto che la Camera di commercio di Torino può rappresentare con successo il luogo della trasparenza delle regole e della mediazione nelle controversie, anche grazie alla presenza del Servizio di conciliazione e della Camera arbitrale".

I dati del Servizio
Con la quasi totalità (80%) delle associazioni di settore già aderenti al servizio, a tutela della massima pluralità e indipendenza, lo Sportello del condominio ha servito quest’anno oltre 600 utenti, con 12 esperti a disposizione, tra cui il profilo più richiesto è quello dell’avvocato (71%). Nell’anno sono state istruite 440 pratiche, con una media di 10 incontri settimanali e una consulenza esaustiva già al primo incontro nel 98% dei casi, grazie al lavoro della Segreteria che istruisce gli utenti su quali documenti servono per dipanare il problema, evitando la moltiplicazione degli incontri.

Sono questi i principali dati esposti oggi in conferenza stampa relativi ad un anno di attività dello Sportello del condominio. Come ha sottolineato Piera Bessi, Presidente Unione Piccoli Proprietari Immobiliari: "Avendo il contatto diretto con gli utenti posso confermare il positivo riscontro dello Sportello del condominio: la numerosa adesione ci spinge pertanto ad ampliare il progetto e ad approfondirlo".

Dal punto di vista degli amministratori Antonio Maria Dattilo Vicepresidente F.N.A. (Federazione Nazionale Amministratori) e Presidente della CONFAPPI Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare sottolinea che "Raramente i condomini collaborano tra di loro e spesso dimenticano che divenire proprietari di un immobile significa poter vantare dei diritti, ma anche avere numerosi doveri. Nello Sportello del Condominio, la presenza attiva e sistematica dei consulenti di tutte le associazioni aderenti all’iniziativa, garantisce che l’utente venga informato sui propri diritti e sui propri doveri e si senta in questo modo maggiormente tutelato ".

Le associazioni aderenti allo Sportello sono attualmente otto:
– Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari (A.N.A.C.I.)
– Associazione Piccoli Proprietari di Case Torino – Ovest (A.P.P.C.)
– Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari (A.S.P.P.I.)
– Associazione Condomini (ASSOCOND)
– Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare (CONFAPPI)
– Unione Nazionale Amministratori Immobiliari (U.N.A.I.)
– Unioncasa
– Unione Piccoli Proprietari Immobiliari (U.P.P.I.).
ma sono in previsione nel corso dell’anno ulteriori adesioni.

Lo Sportello del condominio: edizione 2005 – 2006
Dopo una prima fase sperimentale, lo Sportello del condominio da quest’anno diventa regolarmente e stabilmente operativo. Con l’entrata a regime del servizio, la disponibilità di tempo per gli incontri offerta dagli esperti passa da una mattina alla settimana ad un’intera giornata, per soddisfare un’utenza potenziale stimata complessivamente in 1.000 cittadini all’anno. A questo si affiancherà nuovamente un nutrito calendario di convegni sul tema della casa. Ai cinque organizzati lo scorso anno, che hanno coinvolto complessivamente oltre 1000 utenti, si affiancheranno gli incontri previsti prossimamente sui temi di maggiore attualità:
– La tutela degli acquirenti degli immobili in costruzione (novembre)
– La responsabilità dell’amministratore nei confronti del comune
– Il servizio di portierato
– La gestione del riscaldamento
– Gli aspetti fiscali legati alla casa.

Come si accede allo Sportello del condominio
Il servizio è rivolto a tutti i cittadini e offre gratuitamente prime informazioni in merito ai problemi condominiali. Gli utenti possono rivolgersi telefonicamente alla Segreteria del servizio per fissare un appuntamento con uno degli esperti (fiscalisti, avvocati, amministratori), provenienti dalle associazioni aderenti al progetto.

La prenotazione telefonica si effettua ai numeri di tel. 011/571 6971/0, o via email all’indirizzo tutela.consum@to.camcom.it, mentre al n. 011/571 6972 risponde 24 ore su 24 una segreteria telefonica a cui è possibile lasciare i propri dati.
Una volta ricevuta una specifica domanda, la Segreteria organizzativa, oltre a fissare un appuntamento con l’esperto di riferimento, a seconda del caso trattato, si occupa anche dell’istruttoria, specificando agli utenti la documentazione che dovranno fornire all’esperto per consentirgli di dare una corretta ed esaustiva riposta. L’appuntamento con l’esperto si svolge entro i 15 giorni e normalmente si risolve in un unico incontro. Il servizio è completamente gratuito.

Il Servizio di conciliazione
Infine, anche per problemi condominiali, come per i contenziosi che insorgono fra imprese e consumatori (ad esempio tema di turismo, telefonia e edilizia) è attivo presso la Camera di commercio di Torino il Servizio di conciliazione, strumento che permette di risolvere le liti in tempi brevi (massimo 45 giorni) e a costi contenuti. La conciliazione consiste in un incontro, volontario e riservato, nel quale i soggetti in lite, grazie all’assistenza di un conciliatore neutrale ed imparziale arrivano a comporre la propria controversia accordandosi sulla migliore soluzione possibile al problema, evitando così le lungaggini della giustizia ordinaria. Per informazioni sul Servizio di conciliazione: www.to.camcom.it/conciliazione.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)