Il dato diffuso oggi dall’Istat sul valore delle vendite al dettaglio (-3,9% da aprile 2004 ad aprile 2005) è lo specchio della realtà: la crisi del sistema Italia è grave e ben visibile. A sottolinearlo è Adiconsum che precisa: "Tuttavia questo dato non ci sorprende poiché ogni giorno riceviamo segnalazioni in tal senso dalle famiglie: infatti gli unici settori che nei primi mesi del 2005 hanno fatto registrare variazioni positive sono i grandi magazzini e gli hard discount, punti vendita dove il prezzo più concorrenziale va a discapito della qualità del bene venduto".

Ancora più grave – secondo l’associazione di consumatori – è il dato Istat se analizzato per area geografica: infatti, il calo delle vendite è generalizzato in tutta Italia, ma al sud e nelle isole si registra una diminuzione di quasi 10 punti percentuali, aumentando quindi la forbice che rischia di tagliare in due il Paese.

Anche i dati diffusi oggi da Eurostat – conclude Adiconsum – in merito alla produzione industriale e al commercio extra-UE parlano di un’ulteriore passo indietro del nostro Paese, la crisi economica quindi si aggrava: questo è il dato vero e preoccupante.
L’associazione chiede al Governo l’istituzione di un Tavolo permanente con tutte le parti in causa (consumatori, piccoli commercianti e grande distribuzione) per trovare una soluzione permanente al problema.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)