AstraZeneca, una delle nove società sanzionate dall’ Antitrust, in una nota "ribadisce la propria totale estraneità rispetto all’ipotesi di cartello in questione, sottolineando che la propria politica si fonda e si é sempre fondata sul rispetto di tutte le leggi vigenti, e quindi anche della normativa sulla concorrenza".

La società precisa che i fatti oggetto del procedimento "risalgono ad un periodo intercorso tra il 1998 ed 2001, e sarebbero imputabili al comportamento di un agente, che avrebbe agito in violazione del contratto e delle istruzioni impartite. Una volta esaminato il testo completo del provvedimento di condanna dell’ Antitrust, conclude la nota, "AstraZeneca valuterà l’ opportunità di avviare azioni legali contro il proprio agente e di proporre ricorso al TAR Lazio contro la decisione".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)