L’avvio da parte di alcuni Comuni delle procedure di riclassamento delle unità immobiliari nelle quali siano stati eseguiti interventi edilizi, sta provocando gravose spese ai singoli proprietari, anche solo per sapere se gli immobili di loro proprietà debbano in effetti essere accatastati o meno in una differente categoria o classe catastale rispetto all’attuale. A darne notizia è Confedilizia che precisa: "Condomini e proprietari di casa devono rivolgersi a professionisti per la procedura DOCFA e così anche solo per sapere se siano o meno tenuti ad un qualche adempimento. La situazione viene segnalata come particolarmente grave a Torino e a Genova, i cui Comuni hanno inviato a decine di migliaia di piccoli proprietari, indiscriminatamente, lettere di invito ad esaminare la situazione in cui si trovano i loro appartamenti".

"E’ una situazione insostenibile – dichiara il Presidente – che aggrava a nuovo titolo le condizioni della proprietà edilizia, in un momento di redditi al ribasso e di aumento – invece – delle spese generali di manutenzione ed altro, della tassazione locale e delle morosità, sempre più frequenti e riguardanti canoni assorbiti peraltro al 50/60% dalla fiscalità. Confedilizia chiede formalmente che vengano resi ufficialmente noti (e dai Comuni adeguatamente pubblicizzati) gli elementi caratterizzanti le unità tipo delle singole zone censuarie con i quali confrontarsi, e – comunque – che siano portati a conoscenza dei proprietari interessati i criteri secondo i quali debba da parte degli stessi essere valutata la coerenza tra le situazioni di fatto e i classamenti attribuiti.

"Non si possono imporre gravose spese a condòmini e proprietari – conclude Corrado Sforza Fogliani – semplicemente perché essi possano stabilire se siano o meno tenuti ad un qualche adempimento. E’ una cosa immorale, e che deve cessare. Si puniscono così anche proprietari che spesse volte, dopo avere affrontato rilevanti spese, risultano perfettamente in regola."

 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)