La ripresa autunnale si presenta ancora molto problematica per i consumatori, per gli aumenti dovuti al petrolio, ad alcuni prezzi e ai costi in vari servizi. A sostenerlo è Adiconsum che afferma: "Occorre tuttavia aver presente che esistono anche possibilità di risparmio spesso non conosciute o sottovalutate".
Riportiamo di seguito il vademecum stilato dall’associazione per risparmiare ed evitare la contrazione dei consumi.

"Frutta e verdura -30/50%. La differenza di prezzo tra la prima e seconda categoria può essere anche del 30% 50%. L’immagine è diversa ma la qualità è la stessa.

Carrello della spesa -15/25%. La scelta dei prodotti in promozione, i discount, i prodotti non pubblicizzati, possono contenere in modo significati il costo del carrello della spesa. Un prodotto più pubblicizzato non è sinonimo di più qualità.

Auto -25/35%. Una distanza tra 10-15000 km percorsi con un auto a benzina o gasolio hanno un costo di circa 1200 euro. Se l’auto è a GPL il costo si riduce a circa 800euro (per ammortizzare l’impianto sono sufficienti 3-4 anni).

Riscaldamento -10%. Sia il metano che il gasolio sono tassati con un iva al 20%. Esiste la possibilità per i condomini per un contratto a risparmio energia in cui l’iva è già oggi ridotta al 10%.

Abbigliamento -30/60%. Troppi oggi sono i falsi saldi, cioè quei prodotti riprezzati dal commerciante e quindi con scarsa convenienza. La convenienza oggi si ritrova sui prodotti importati (bancarelle e negozi cinesi) dove il risparmio è ben superiore ai saldi.

Energia elettrica -3/5%. Più di metà delle famiglie dispongono oggi del contatore elettronico, e quindi possono chiedere la tariffa multioraria che prevede una riduzione dei costi per i consumi nelle fasce notturne o festive.

Servizi bancari e bancoposta -25/50%. I servizi bancoposta oggi sono gli stessi a quelli forniti dalle banche ma a costi inferiori. Anche le banche oggi forniscono conti correnti a costi ridotti (Patti Chiari).

RC Auto -10/30%. Le polizze Rcauto con franchigia consentono sconti significativi. Un ulteriore sconto può derivare dalla compagnia più conveniente (con parità di garanzie) ma attenzione la compagnia conveniente oggi potrebbe non esserlo domani.

Auto in garanzia -20/50%. Ad oggi i tagliandi delle auto in garanzia dovevano essere effettuati solo presso le concessionarie, la direttiva Monti ha introdotto anche in questo settore la concorrenza e i tagliandi di garanzia possono essere effettuati anche al di fuori delle concessionaria.

Telefoni -20/30%. Controllare la bolletta perché troppo spesso sono addebitati servizi non richiesti. Da casa meglio chiamare un cellulare con un cellulare (ha un costo inferiore). Le fasce serali godono di sconti di tariffa. Per i cellulari molte sono le offerte, occorre scegliere il piano tariffario più congeniale al proprio utilizzo".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)