La crisi economica ed il clima di incertezza non hanno fatto registrare il tanto temuto crollo dei consumi, ma hanno sicuramente influito sulla composizione del carrello della spesa: gli Italiani hanno acquistato in modo più oculato, con un occhio al portafoglio e l’altro alla tradizione. Questo è quanto emerge dai primi dati di chiusura rilasciati oggi da Nielsen.

"Anche in un momento economicamente difficile non si vuole rinunciare ai prodotti simbolo della tradizione natalizia – ha dichiarato Paola Marangi, Marketing Director di Nielsen Italia – Inoltre, questi dati sottolineano anche la componente tradizionalista che spinge gli italiani a preferire i prodotti nazionali".

Nonostante una partenza poco promettente, le vendite a volume di alcuni prodotti natalizi nelle settimane più "calde" si sono attestate sui livelli dello scorso anno o sono in leggera crescita: tra questi spumanti, panettoni e pandori. Gli spumanti "metodo classico" in particolare registrano gli aumenti più interessanti: il 4,3% a volume ed un 7,3% a valore.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)