"Il Comune utilizzi gli introiti delle multe ai compratori di merce contraffatta, per tutelare l’artiganato e i prodotti di qualità". E quanto afferma il consigliere del comune di Firenze, Giovanni Donzelli, annunciando la presentazione di una mozione in Consiglio quanto prima che impegni le istituzioni a utilizzare gli introiti derivanti questo tipo di sanzioni per una campagna pubblicitaria contro l’abusivismo commerciale, ma a tutela dell’artigianato, del commercio locale e dei prodotti di qualità".

"Il Comune – spiega Donzelli – vuole combattere realmente il commercio abusivo o soltanto fare cassa con più facilità? Da quando è entrata in vigore la nuova legge, a Firenze sono state accertate dalla polizia municipale 17 violazioni a compratori di merce contraffatta. Se ciascuna multa è di 3333,33 euro, è facile conteggiare nuovi introiti per quasi 60000 euro in pochissimo tempo. Con solo 17 multe, le casse comunali hanno incassato il corrispettivo di oltre 1500 sanzioni per divieto di sosta.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)