La Commissione ha annunciato ieri il suo sostegno al varo di un’"Alleanza europea per la responsabilità sociale delle imprese", così da mobilitare le risorse e le capacità delle imprese europee e fare dell’Europa un polo di eccellenza in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI). Le imprese europee di ogni dimensione sono invitate a manifestare il proprio sostegno su base volontaria. Non si tratta di uno strumento giuridico che le imprese devono sottoscrivere, ma di una cornice politica per le attuali o future iniziative nel campo della RSI promosse da grandi aziende, PMI e dai rispettivi stakeholder. L’Alleanza dovrebbe dar luogo a nuovi partenariati e offrire nuove opportunità di promozione della RSI a tutti i soggetti coinvolti.
Apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dall’Abi che ha dato piena adesione alla nuova posizione della Commissione sui temi della Csr. "La nuova comunicazione, che focalizza la centralità delle scelte dell’impresa nella Csr, giunge dopo quattro anni dalla precedente del 2002 e darà un nuovo impulso europeo alla responsabilità sociale", ha spiegato il direttore generale dell’Abi, Giuseppe Zadra.

"Le banche in Italia – ha chiarito il direttore generale – sono molto attive sui temi della Csr, se ne occupano imprese creditizie pari all’82% degli sportelli". I bilanci sociali e la rendicontazione di sostenibilità impegna banche che corrispondono a circa il 60% di totale attivo. Di grande interesse anche i dati sull’inclusione finanziaria: il 57% degli immigrati regolari in Italia hanno un rapporto con la banca e circa il 60% delle banche è attivo nella microfinanza.
"Condividiamo – ha concluso Zadra – la connessione tracciata dalla Commissione tra responsabilità sociale e innovazione. L’ABI sarà da subito parte attiva dell’Alleanza promossa dalla Commissione, supportandone gli obiettivi di diffusione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)