Si concludono oggi gli Stati generali dell’editoria 2006 con un’iniezione di fiducia al futuro del libro espressa dal Ministro Francesco Rutelli che ha confermato "la disponibilità a fare un vero Centro per il libro, una legge per il libro, una prima riunione di coordinamento entro ottobre tra noi e tutti i soggetti che si occupano del libro a Palazzo Chigi. Partiamo da qui".

Il presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE), Federico Motta, ringraziando per le parole di apprezzamento del ministro ha ricambiato: "Siamo, noi editori, più fiduciosi di prima di un così ampio dialogo istituzionale. L’editoria italiana è viva, è forte, capace di farsi sentire, pronta ad affrontare le sfide che ci stanno davanti. Abbiamo una sola forza da spendere: il valore dei nostri argomenti. Siamo pronti a sederci al tavolo di coordinamento annunciato dal Ministro e vice presidente del Consiglio entro ottobre – ha commentato Motta – Ci sembra che si parta con il "piede giusto". Ora dovremo riempire di contenuti questa disponibilità".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)