FARMACI: ANCI, I COMUNI PRONTI A COLLABORARE

 

"I Comuni devono collaborare alla costruzione di politiche pubbliche che siano di vantaggio ai cittadini". Questo l’invito del Ministro Storace in riferimento al decreto taglia-prezzi apparso stamani sul Secolo d’Italia, che i Sindaci – si apprende in una nota dell’Anci – sono pronti, come sempre, ad accogliere. "Duole constatare nuovamente che ciò risulta estremamente difficile senza un minimo di coinvolgimento e collaborazione istituzionale leale e serena nella predisposizione degli idonei strumenti normativi".

L’Anci pone all’attenzione del Ministro due osservazioni: "Come mai si accusano prima i Comuni di voler frenare i processi di privatizzazione e liberalizzazione dei servizi pubblici quali le farmacie comunali e poi ci si ricorda che attraverso la gestione diretta potrebbero anche operare politiche tariffarie di vantaggio per i cittadini? Come mai i Comuni devono sempre fare la loro parte, anche a costo di diminuire le risorse a propria disposizione, senza una minima ricompensa da parte del Governo di quel minimo di autonomia impositiva che consentirebbe loro di non essere costretti a tagliare altri servizi essenziali per i cittadini?"

I Comuni chiedono dunque di collaborare tramite un attivo coinvolgimento nella scelta della politiche economiche.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)