La Camera ha oggi approvato la proposta di legge recante disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile (C150 ed abb-B). Il provvedimento ritorna ora al vaglio dell’altro ramo del Parlamento. Secondo il provvedimento, che praticherà l’infibulazione sarà punito con la reclusione da 4 a 12 anni. Se la mutilazione sarà compiuta su una minore o per fini di lucro la pena sarà aumentata di un terzo.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)