Si allarga il fronte della mobilitazione lanciata nei giorni scorsi dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), dopo il giudizio estremamente negativo sull’operato del Governo Berlusconi in ambito di politiche sulla disabilità. Sono già centinaia le associazioni, le famiglie e le persone con disabilità che da tutta Italia con migliaia di bandiere e colori hanno invaso martedì scorso piazza di Montecitorio. Malgrado gli impegni assunti solennemente a Bari, in occasione dell’apertura dell’Anno Europeo delle persone con disabilità del 2003, sostiene il CESV, centro servizi per il volontariato, in questi anni si è assistito ad un continuo smantellamento dello Stato Sociale da parte del Governo, con assurde politiche di competitività e un profonda indifferenza verso i diritti delle persone con disabilità, che stanno uccidendo, nel silenzio generale, quel diritto indiscutibile e faticosamente conquistato ad essere e sentirci cittadini attivi e non più mera periferia sociale.

La mancata regolamentazione dei Liveas (i Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali), il peggioramento dei processi di integrazione scolastica, con la riforma Moratti, il ritorno a politiche di segregazione sul lavoro, con l’articolo 14 del Decreto Legislativo 276/2003, attuativo della Legge 30/2003 (Legge Biagi) ed il supporto a soluzioni istituzionalizzanti come le Residenze Sanitarie Assistenziali, l’assoluta assenza di politiche per l’abbattimento delle barriere architettoniche e di mainstreaming, come trasporti, urbanistica, turismo ecc… e molto altro ancora. A tutto questo oggi, si legge nella nota stampa, si aggiunge il taglio del Fondo per le Politiche Sociali, un altro colpo di spugna dei servizi essenziali a garantire il pieno godimento dei diritti di cittadinanza uguali per tutti. L’attuale Governo sta brillando per l’assenza e l’assoluta indifferenza di politiche sulla disabilità, e assistiamo ad un preoccupante fenomeno di esclusione sociale e di ritorno a politiche che per secoli ci hanno relegato fuori dalla società. Le associazioni chiedono al Governo un cambiamento concreto, un ritorno a vere politiche di inclusione e promozione sociale ed una nostra concreta partecipazione alla discussione.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)