Ogni anno, con l’arrivo dell’Epifania, le famiglie italiane spendono i pochi soldi rimasti nelle tasche dopo gli acquisti natalizi per acquistare le tradizionali calze della Befana. Il Dipartimento Sicurezza Alimentare del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), in collaborazione con l’agenzia di stampa Help Consumatori, ha lanciato on line una mini guida con consigli utili per i genitori che volessero confezionare da soli la "calza" per i propri bambini e affidarsi con consapevolezza ai prodotti dell’industria dolciaria.

Caramelle coloratissime, torroncini, cioccolatini, chewing-gum, lecca-lecca profumati e dalle forme più svariate, infatti, sono solo alcuni esempi di quanto usato per "imbottire" le calze "già pronte" sulle quali non è, dunque, possibile operare altro controllo che leggere attentamente l’etichetta riportata sul prodotto per verificarne l’esatto contenuto di coloranti, aromi di origine sintetica, grassi idrogenati e antiossidanti.

All’interno della guida sono, inoltre, contenuti i consigli dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MiPAF) relativamente le indicazioni che i prodotti alimentari confezionati destinati al consumatore devono riportare in italiano.

"Tutto ciò – commenta Laura Ferraioli, responsabile del Dipartimento Sicurezza Alimentare del Movimento Difesa del Cittadino – perché noi insistiamo col dire che le vecchie tradizioni spesso ci consigliano comportamenti e abitudini alimentari corrette che contribuiscono a preservare al meglio la salute nostra e quella dei nostri figli".

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)