La Giustizia esige tempi più celeri e la digitalizzazione dei procedimenti è un passo fondamentale. In tale direzione si inserisce l’esperimento attuato dal Tribunale di Catania, che ha informatizzato gli atti di esecuzione del processo civile. La rapidità e la semplicità espresse dal Tribunale catanese sono "l’esempio concreto dei risultati conseguenti ai grossi investimenti che il Governo ha fatto per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed in particolare della Giustizia". Così Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, ha commentato l’atto sperimentale avviato nel capoluogo etneo.

"I benefici della riforma digitale in atto in Italia", ha aggiunto il ministro, "sono evidenti a tutti e sono destinati ad espandersi mano a mano che vengono adottate queste tecnologie digitali, a partire dalla firma digitale di cui il l’Italia detiene il primato europeo, per rispondere ad aspetti organizzativi complessi, come quelli dell’amministrazione della giustizia, mediante strumenti innovativi che determinano non solo una maggior velocità nelle procedure, ma anche semplificazione e minori costi e, quindi, offrono ai cittadini un servizio migliore".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)