Stop all’utilizzo della carta, via libera ai documenti informatici. L’Amministrazione comunale di Modena, con una delibera approvata all’unanimità in Consiglio ha dato il via ad una nuova modalità di esecuzione dei pagamenti e delle riscossioni, scegliendo di utilizzare ordinativi informatici con l’apposizione della firma digitale al posto del tradizionale documento cartaceo.

La delibera, illustrata dall’assessore al Bilancio Francesco Raphael Frieri, modifica la convenzione tra Comune di Modena e Unicredit – che svolge il servizio di tesoreria – introducendo l’utilizzo della firma digitale in calce agli ordinativi su supporto informatico che, in questo modo, avranno la stessa valenza giuridica della firma autografa.Frieri ha sottolineato i vantaggi dell’operazione, tra cui quello di rendere più efficiente l’emissione dei mandati di pagamento e delle reversali di incasso, oltre all’accelerazione del ritorno delle informazioni dalla tesoreria al Comune.

Evidenti anche i benefici gestionali per l’Amministrazione comunale che potrà contare sulla riduzione dei tempi di esecuzione dei pagamenti, ridurrà l’utilizzo di materiale cartaceo, avrà un ritorno informativo quotidiano e puntuale sui movimenti di cassa del tesoriere a beneficio degli uffici comunali, introdurrà l’utilizzazione della firma digitale e favorirà il contenimento delle spese per commissioni bancarie a carico dei fornitori.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)