Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori hanno scritto una lettera aperta al leader dell’Unione Romano Prodi, chiedendo espressamente di non candidare Carlo Rienzi della Lista Consumatori alle prossime elezioni politiche. Le associazioni, infatti, non lo considerano rappresentante del consumerismo italiano, riconoscendo al tempo stesso la piena libertà dell’Unione di scegliere i propri candidati.

Le associazioni dei consumatori, in particolare, criticano il fatto che Rienzi "fino a pochi giorni fa è stato uno dei più tenaci alfieri della campagna contro l’euro e per il ritorno alla lira, lanciando su radio, televisioni e giornali anche in maniera eclatante e disorientativi per molti cittadini, non poche dichiarazioni in questo senso"; e il fatto che egli "promuova da decenni una cultura della tutela dei diritti dei cittadini consumatori basata esclusivamente sul ricorso indiscriminato alle aule dei tribunali ed escludendo ogni altra modalità d’intervento a tutela dei diritti dei consumatori che sia fondato sull’iniziativa preventiva, di conciliazione dei conflitti e di coinvolgimento diretto degli stessi consumatori".

"Essere presenti sui contenuti, ma nessuna delega di rappresentanza a partiti o Liste consumatori". E’ quanto sostiene anche Paolo Landi, segretario generale di Adiconsum che precisa: "Difendere i diritti dei consumatori non deve essere solo uno slogan,ma l’impegno a realizzare una legislazione che meglio difenda i consumatori dalle furbizie, dai raggiri e dalle truffe sempre più presenti nel mercato".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)