Oltre 43 milioni di elettori per il Senato, poco più di 47 milioni per la Camera, quasi 3 milioni di giovani, 60.977 sezioni elettorali: sono questi i numeri delle elezioni politiche del 9 e 10 aprile prossimi. Per non parlare, poi, della scheda elettorale: non più una specie di lenzuolo (oltre 64 centimetri di lunghezza in origine) ma pur sempre un…fazzolettone, 40 centimetri di lunghezza per 22 centimetri di altezza. Cambiano le modalità di voto: spariscono le preferenze per i singoli candidati, restano i simboli delle liste, sulle quali è necessario apporre una croce, o comunque nel rettangolo che li contiene. Indicare le preferenze è assolutamente vietato: le schede che riporteranno un nome di candidato saranno annullate.

Domenica 9 aprile le urne si aprono alle ore 8.00 e si chiudono alle ore 22.00, lunedì 10 si aprono alle ore 7.00 e si chiudono alle ore 15.00. Occorre recarsi al seggio con un documento valido (carta di identità, passaporto) e la tessera elettorale; chi non la trovasse più può richiederla all’Ufficio elettorale, anche durante i giorni di votazione. L’Ufficio elettorale di Roma è in Via dei Cerchi, 6 (Tel. 06/67102345); è aperto dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 10.30, il venerdì dalle 8.30 alle 13.30. Gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedire l’allontanamento dalla propria abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, hanno la possibilità di essere ammessi al voto nella predetta dimora. Gli interessati dovranno far pervenire non oltre il 15º giorno antecedente la data della votazione (25 marzo per le politiche) al sindaco, una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione, indicandone il completo indirizzo; copia della tessera elettorale; un certificato medico rilasciato dal funzionario medico da cui risulti l’esistenza di "un’infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio"; il medesimo certificato potrà attestare altresì l’eventuale necessità di un accompagnatore per l’esercizio del voto.

Il sindaco, a conclusione della relativa istruttoria, rilascerà a ciascun elettore che sia stato ammesso al voto a domicilio un’attestazione dell’avvenuta inclusione negli appositi elenchi. Il voto sarà raccolto, durante le ore in cui è aperta la votazione, dal presidente dell’ufficio elettorale di sezione nella cui circoscrizione è ricompresa la dimora espressamente indicata dall’elettore, con l’assistenza di uno degli scrutatori del seggio e del segretario.
Gli italiani all’estero

L’altra novità delle prossime elezioni è la possibilità, per gli elettori italiani residenti all’estero – circa 3 milioni e mezzo di persone – di votare per corrispondenza per i candidati della circoscrizione Estero. Gli Uffici consolari, infatti, spediranno al domicilio di tutti i suddetti elettori, entro 18 giorni dalla data stabilita per le votazioni in Italia, un plico contenente il certificato elettorale; la scheda (se elettori della sola Camera) o le schede elettorali (se elettori della Camera e del Senato perché ultraventicinquenni) e la relativa busta piccola, nonché una busta affrancata recante l’indirizzo dell’Ufficio consolare competente; le liste dei candidati nella ripartizione geografica d’appartenenza (le ripartizioni sono: Europa; America Meridionale; America Settentrionale e Centrale; Africa, Asia, Oceania e Antartide); un foglio esplicativo delle modalità di voto.

I nostri concittadini votanti all’estero esprimeranno il loro voto in modo analogo al nostro in Italia, con la possibilità – tuttavia – di esprimere due voti di preferenza nelle ripartizioni geografiche alle quali sono assegnati due o più deputati o senatori (Europa, America Meridionale e America Settentrionale per la Camera; Europa e America Meridionale per il Senato) e un voto di preferenza nelle altre, scrivendo il nome del candidato nell’apposita riga posta accanto al simbolo della lista votata.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)