Sono stati presentati questa mattina, nel corso dell’Assemblea annuale dell’Unione Petrolifera, i risultati di un indagine condotta dall’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) presso un campione di 1006 italiani tra i 18 e i 75 anni di età al fine di valutare la percezione degli italiani sulle emissioni inquinanti.

I risultati di maggior rilievo emersi dal sondaggio – ha spiegato il professore Renato Mannheimer – riguardano innanzitutto la conoscenza ampiamente diffusa dell’accordo di Kyoto: il 44% del campione dichiara di essere informato sull’argomento e il 28% di averne almeno sentito parlare. A questa ampia conoscenza dell’argomento – ha continuato Mannheimer – si accompagna l’opinione altrettanto diffusa, nel 67% degli intervistati, che l’accordo sia utile.

Il 46% del campione – ha concluso il professore – indica gli scarichi dei veicoli come la principale causa di inquinamento dell’aria; a questa consapevolezza si accompagna la convinzione, nel 68% degli intervistati, che per risolvere i problemi dell’inquinamento dell’aria siano necessari più investimenti in infrastrutture e ammodernamento del parco veicoli per il trasporto pubblico e merci.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)