Il Codacons ha chiesto l’intervento del Governo per fermare "il caro-tariffe" previsto da uno studio del Rie – Ricerche Industriali Energetiche -. secondo cui gli italiani rischiano un rincaro fino al 3% per le tariffe elettriche e del 4% sul metano. Gli aumenti potrebbero scattare già dal primo luglio a causa dell’impennata del greggio. Secondo le stime dell’Istituto l’impatto per ogni famiglia sarà di oltre 40 euro di rincaro all’anno. Il Codacons fa sapere in una nota che "metterà in atto ogni iniziativa utile per evitare stangate a danno delle famiglie, comprese campagne di autoriduzione dei consumi di luce e gas".

L’associazione a tutela dei consumatori aggiunge poi che "gli italiani pagano il prezzo delle speculazioni dei petrolieri e della mancanza di concorrenza nel settore dei carburanti".

Il "primo intervento che il Governo deve attuare – conclude infine il Codacons – è certamente il taglio delle accise sulla benzina, così da portare ad una riduzione dei prezzi dei carburanti a vantaggio dei consumatori".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)