A Milano si è tenuto il primo incontro organizzato dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas italiana per la preparazione di un "workshop sulla regolazione per i settori dell’energia elettrica e del gas nel Mediterraneo" (Med workshop). Il prossimo si terrà a Roma in primavera.
L’Autorità per l’energia elettrica e il gas italiana intende così contribuire alla promozione dello sviluppo della collaborazione nel mercato dell’energia tra i Paesi del Mediterraneo in vista anche della creazione della zona euromediterranea di libero scambio che si avverrà nel 2010.

All’incontro hanno partecipato: la Direzione Generale per l’energia e il trasporto della Commissione europea; la Piattaforma Euro-Mediterranea per l’Energia di Roma (REMEP); la Commissione di regolazione per l’elettricità e il gas dell’Algeria (CREG); l’Agenzia per l’elettricità e la protezione dei consumatori dell’Egitto (EEUCPRA); l’Autorità di regolazione del mercato dell’energia della Turchia (EMRA); la Commissione nazionale per l’energia della Spagna (CNE); la Commissione di regolazione dell’energia della Francia (CRE); l’Autorità di regolazione dell’energia della Grecia (RAE); la Scuola di regolazione di Firenze (FSR); e il Consiglio europeo dei regolatori dell’energia (CEER).

I partecipanti previsti al workshop di primavera saranno:

  • i Regolatori dell’energia dei paesi della Unione Europea più direttamente impegnati nell’area mediterranea (Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Grecia Slovenia, Malta, Cipro) e Paesi non appartenenti all’UE ma che pure si affacciano sullo stesso bacino Mediterraneo (Croazia, Albania, Turchia, Siria, Libano, Giordania, Israele, Egitto, Libia, Algeria, Tunisia, Marocco, Autorità Palestinese);
  • la Commissione Europea e la Piattaforma Euro-Mediterranea per l’Energia (REMEP) istituita in Roma con la Conferenza Euromed del dicembre 2003;
  • la Scuola di regolazione di Firenze (FSR).

Obiettivo del workshop è quello di trovare una strategia condivisa di collaborazione tra i regolatori per l’energia del Mediterraneo ed un piano operativo che includa:

  • azioni ad-hoc di training internazionale;
  • assistenza tecnica per l’attivazione di autorità di regolazione nei Paesi interessati;
  • scambio di esperienze ed informazioni;
  • elaborazione di proposte per lo sviluppo, armonizzazione e integrazione dei mercati dell’energia elettrica e del gas nel Mediterraneo.

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)